Coldiretti: “Il Ceta uccide il grano duro italiano con il crollo dei prezzi favorito dall’azzeramento strutturale i dazi per l’importazione dal Canada dove peraltro viene fatto un uso intensivo di glifosate”

Di Ernesto Ferrante – l’Opinione Pubblica
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge di ratifica e attuazione del Comprehensive Economic and Trade Agreement (CETA). A breve approderà in uno dei rami del Parlamento per seguire il consueto iter legislativo. Coldiretti ne sottolinea la pericolosità e ne descrive in maniera sintetica ma efficace le conseguenze per la nostra agricoltura.

“L’accordo CETA è un regalo alle grandi lobby industriali dell’alimentare che colpisce il vero Made in Italy e favorisce la delocalizzazione, con riflessi pesantissimi sul tema della trasparenza e delle ricadute sanitarie e ambientali”.

continua…

opinione-pubblica

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy