Riceviamo e pubblichiamo

Dichiarazione di Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del Partito Comunista Italiano

Cangemi (PCI): JP Morgan sponsorizza l’alternanza scuola/lavoro renziana.

L’annuncio è di quelli significativi: la Fondazione Sodalitas, con il sostegno di JP Morgan, realizzerà la prima ricerca italiana sulle esperienze e i modelli di successo per integrare scuola e lavoro. Il riferimento esplicito è agli strumenti introdotti dalle riforme (leggi buona scuola e Jobs act) e in particolare all’alternanza scuola lavoro. Mentre appare a tutti chiarissimo il carattere discriminatorio, diseducativo e in qualche caso persino violento delle esperienze di alternanza scuola/lavoro i veri ispiratori della riforma operano un rilancio propagandistico- ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.

La Fondazione Sodalitas nasce su iniziativa confindustriale e raggruppa oltre 100 grandi aziende e banche, quanto alla famigerata JP Morgan è perfettamente inutile parlarne, si tratta dell’emblema stesso della speculazione finanziaria su scala globale. Speculatori con la faccia tosta: la ricerca, infatti, è presentata sul sito della fondazione come parte, addirittura, dell’impegno filantropico globale di JP Morgan (testuale).

Siamo di fronte ad un tentativo di una grande operazione di condizionamento ideologico, che mira a nascondere il carattere reale delle esperienze cui sono costretti milioni di studenti e a costruire le condizioni per un’ancora più forte subordinazione della scuola del nostro paese al sistema delle imprese.

Per quanto ci riguarda quest’aperto intervento del peggiore capitalismo italiano e internazionale, rafforza la nostra determinazione a intensificare un’opera di lotta e denuncia contro l’alternanza scuola/lavoro, per riconquistare il carattere pubblico, qualificato e di massa dell’istruzione nel nostro paese.-ha concluso Cangemi.

Di AFV

Ancora Fischia il Vento è per un’altra informazione, una voce che prova a dare parola a chi parola non ne ha. Noi siamo contro il pensiero unico che ogni giorno ci viene propinato, e vogliamo, nel nostro piccolo, contribuire alla lotta per un’informazione d’alternativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy