Novembre 29, 2020

AFV

Libera la tua mente

Bergoglio contro la Rivoluzione Bolivariana.

Sharing is caring!

Francesco Cecchini

BERGOGLIO E TRUMP.

Il Consiglio Nazionale Elettorale del Venezuela non aveva ancora annunciato i risultati delle elezioni per l’Assemblea Costituente che opposizione e gli imperialisti occidentali parlavano già di frode massiccia e affermavano che non avrebbero riconosciuto la nuova Assemblea. Nonostante il boicottaggio e le azioni violenti il risultato delle elezioni è stato di oltre 8 milioni di voti a favore e l’Assemblea Costituente del Venezuela si è insediata nel Parlamento di Caracas e ha iniziato la sua prima seduta. La presiede l’ex ministra degli Esteri Delcy Rodriguez, proposta dal politico chavista Diosdado Cabello e appoggiata dai 538 membri dell’assemblea. L’ex vice presidente Aristobulo Isturiz è il primo vice presidente, mentre il secondo è l’ex procuratore generale Isaias Rodriguez. Il presidente Nicolas Maduro ha incassato anche il verdetto favorevole del tribunale che ha respinto la richiesta della procuratrice generale Luisa Ortega Diaz di bloccare l’insediamento della Costituente. “Il sesto tribunale di prima istanza in funzioni di controllo del circuito penale dell’area metropolitana di Caracas decreta la nullità assoluta della richiesta presentata da rappresentanti del Ministero pubblico contro l’insediamento”, si legge in una nota della Corte Suprema.

Nonostante molti governi credano che la Costituente venezuelana sia legittima, vedere l’articolo pubblicato da CUBADEBATE

http://www.cubadebate.cu/opinion/2017/08/03/por-que-es-legitima-la-asamblea-nacional-constituyente-en-venezuela/#.WYS4w-nONPZ, non è di questo avviso il Vaticano che non si è schierato contro la violenza dell’opposizione che causa distruzioni e morti. Bergoglio, papa Francesco, ore prima dell’Assemblea Costituente ha chiesto, attraverso una nota della Segreteria vaticana, di sospendere “le iniziative in corso come la nuova Costituente che, anziché favorire la riconciliazione e la pace, fomentano un clima di tensione e di scontro e ipotecano il futuro. Si creino le condizioni per una soluzione negoziata”. Richiesta che coincideva con quella avanzata dalla procuratrice generale Ortega Diaz che, come abbiamo visto, è stata respinta e con la posizione dell’opposizione interna e di governi come gli USA di Trump o l’Italia di Gentiloni e altri.

Chi è stato Bergoglio prima di diventare Papa Francesco?

Come molte storie argentine, quella di Bergoglio non è lineare, ma lastricata di contraddizioni. Il link con un mio articolo su Bergooglio è il seguente:

http://utopiarossa.blogspot.it/2016/01/da-bergoglio-papa-francesco-di_19.html