L’SDF(in prevalenza forze curde), avanza notevolmente verso i ricchi campi petroliferi di Deir Ezzor, approfittano del ritiro delle milizie ISIS impegnate contro i regolari siriani che cercano di liberare la città capoluogo di provincia.
I curdi stanno correndo lungo il fiume Khabur, occupando senza scontri significativi le località fino all’altezza di Marqadah, attraverso l’autostrada 7 portandosi a soli 15 km da Deir Ezzor.

Tale mossa era forse stata previsra dalle forze governative, infatti nei giorni scorsi si erano viste truppe siriane che trasportavano verso l’Eufrate attrezzature gettaponti e mezzi pesanti.

L’occupazione di una così grande fetta di territorio Siriano,  da parte delle milizie SDF che va ben oltre i confini del kurdistan-siriano preoccupa il futuro andamento della guerra, non è ben chiaro infatti quali siano gli obbiettivi curdi, se fissare definitivamente i confini di una grande Rojava o liberare più territorio siriano dell’occupazione ISIS per avere un maggiore margine al tavolo delle trattative con Damasco una volta finita la guerra

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy