L’SDF(in prevalenza forze curde), avanza notevolmente verso i ricchi campi petroliferi di Deir Ezzor, approfittano del ritiro delle milizie ISIS impegnate contro i regolari siriani che cercano di liberare la città capoluogo di provincia.
I curdi stanno correndo lungo il fiume Khabur, occupando senza scontri significativi le località fino all’altezza di Marqadah, attraverso l’autostrada 7 portandosi a soli 15 km da Deir Ezzor.

Tale mossa era forse stata previsra dalle forze governative, infatti nei giorni scorsi si erano viste truppe siriane che trasportavano verso l’Eufrate attrezzature gettaponti e mezzi pesanti.

L’occupazione di una così grande fetta di territorio Siriano,  da parte delle milizie SDF che va ben oltre i confini del kurdistan-siriano preoccupa il futuro andamento della guerra, non è ben chiaro infatti quali siano gli obbiettivi curdi, se fissare definitivamente i confini di una grande Rojava o liberare più territorio siriano dell’occupazione ISIS per avere un maggiore margine al tavolo delle trattative con Damasco una volta finita la guerra

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy