Oggi il popolo catalano sta dando un grande esempio di lotta e resistenza democratica e nonviolenta degno della sua storia libertaria e antifascista.
La repressione decisa dal governo di centrodestra di Rajoy con la complicità dei “socialisti” sta producendo danni enormi e costituisce un attacco inedito alla democrazia e alla convivenza civile in uno dei più importanti paesi europei.
Se questo comportamento l’avessero tenuto Putin o Maduro l’Unione Europea avrebbe già annunciato sanzioni.
Ci associamo alla richiesta dei nostri compagni di Unidos Podemos e di Catalunya en Comú di dimissioni di Rajoy e di avvio di un dialogo costruttivo nel rispetto delle libertà democratiche.
E’ vergognoso il fatto che il governo italiano e l’UE non abbiano chiesto fin da stamattina l’interruzione dell’intervento repressivo in Catalogna che ha finora causato centinaia di feriti.
Come l’intero Party of the European Left ci associamo alla “dichiarazione di Saragozza” per la libertà, la fraternità e la convivenza: https://declaraciondezaragoza.org/it/

Maurizio Acerbo, segretario nazionale Rifondazione Comunista-Sinistra Europea

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy