La protesta dei cosiddetti ‘gilet gialli’ ha trasformato Parigi in un vero e proprio campo di battaglia. La polizia attacca i manifestanti con gas lacrimogeni e cannoni ad acqua. Secondo quanto riferisce RT 8 persone sono state arrestate. Intanto la manifestazione indetta dai ‘gilet gialli’ ha paralizzato la capitale della Francia.

 

La tensione tra forze dell’ordine e manifestanti si intensifica. In alcuni punti della città sono state erette barricate allestite con i cassonetti della spazzatura. Parigi sembra un campo di battaglia. Anche l’Arc de Triomphe era appena visibile a causa del fumo denso.

 

Un veicolo capovolto è stato incendiato a Champs Elysee, con la polizia che ha utilizzato un cannone ad acqua per spegnere l’incendio. Anche la tenda esterna di un bar vicino è stata vista in fiamme, ma non è chiaro come sia iniziato l’incendio.

 

La corrispondente di RT Charlotte Dubenskij è rimasta bloccata nel mezzo della manifestazione e sta dando ulteriori aggiornamenti man mano che la dimostrazione avanza.

Video incorporato

Questo sabato segna la seconda settimana consecutiva di proteste nella capitale francese e in tutto il paese transalpino. Circa 3000 agenti di pubblica sicurezza sono stati schierati per provare a tenere l’ordine pubblico nella sola città di Parigi.

 

La protesta è stata scatenata dall’aumento dei prezzi della benzina e da una tassa introdotta sui carburanti. Il movimento cosiddetto dei ‘gilet gialli’ protesta contro le misure che dovrebbero entrare in vigore dal 1 gennaio 2019. Il governo sostiene che la mossa è volta a promuovere pratiche rispettose dell’ambiente. Tuttavia, questo è stato accolto con una feroce risposta da parte del popolo. Così come l’esortazione del presidente Macron ad acquistare automobili elettriche per non incorrere begli aumenti della benzina,

Video incorporato

RT

@RT_com

Protest… chaos… tear gas… water cannons… chair… Wait, What? http://on.rt.com/9j6s 

Fonte: RT

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy