Il Segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha avvertito, ieri, il Regno Unito che, consentire a Huawei di prendere parte all’attuazione della rete 5G nel paese potrebbe significare la fine della “relazione speciale” tra Washington e Londra.

Pompeo ha dichiarato durante una conferenza stampa congiunta con il ministro del ministro degli esteri britannico Jeremy Hunt, che “ogni paese ha il diritto sovrano di prendere le proprie decisioni su come affrontare la sfida”, di invitare le aziende cinesi, come Huawei a fare un’offerta per i contratti infrastrutturali, ma allo stesso tempo ha lasciato intendere che “ha grande fiducia che il Regno Unito non intraprenderà mai un’azione che rompa questo rapporto speciale” tra i due Stati.

“Gli Stati Uniti hanno l’obbligo di garantire che i luoghi in cui opereremo, i luoghi in cui si trovano le informazioni statunitensi, i luoghi in cui abbiamo la nostra sicurezza nazionale a rischio, operino all’interno di reti di fiducia”, ha affermato Pompeo. .

Nel frattempo, Hunt ha dichiarato che “per quanto riguarda Huawei e 5G, non abbiamo preso la nostra decisione finale come governo”.

“Stiamo esaminando le prove con molta attenzione, ma non prenderemmo mai una decisione che comprometterebbe la nostra capacità di condividere informazioni con i nostri colleghi di Five Eyes [Cinque occhi], una rete di intelligence globale altamente segreta formatasi dopo la seconda guerra mondiale per condividere l’intelligence tra alleati Persone di lingua inglese negli Stati Uniti: Regno Unito, Australia, Canada e Nuova Zelanda] o, in particolare, con gli Stati Uniti “, ha affermato.

“E Thatcher avrebbe permesso alla Cina di controllare l’Internet del futuro?”

Il Segretario di Stato ha anche messo in dubbio l’atteggiamento del governo del Primo Ministro Theresa May su Pechino e ha incitato Londra, dicendo che l’ex leader britannica, Margaret Thatcher, nota come “la Lady di ferro”, avrebbe preso una linea molto più ferma con la Cina,  considerata come una minaccia per l’Occidente.

“La Lady di ferro sarebbe rimasta in silenzio se la Cina avesse violato la sovranità delle nazioni attraverso la corruzione e la coercizione? Consentirebbe alla Cina di controllare l’Internet del futuro?” ha chiesto Pompeo.

In precedenti occasioni, gli Stati Uniti hanno avvertito i loro alleati di non usare la tecnologia di Huawei per costruire nuove reti 5G a causa delle preoccupazioni che potrebbe essere un veicolo per lo spionaggio cinese, un’accusa che l’azienda ha ripetutamente negato.

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-pompeo_fine_della_relazione_speciale_tra_usa_e_gran_bretagna_se_londra_accetta_i_contratti_huawei_per_la_rete_5g/82_28351/

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy