Elezioni europee, La Sinistra protesta per l’oscuramento mediatico e chiede all’Agcom un riequilibrio delle presenze in televisione

“La Sinistra”, lista in corsa per le europee, protesta e presenta un ricorso all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni sottoliineando di essere stata “gravemente sottoesposta – per usare un eufemismo – nelle reti tv. Mentre Salvini e il governo imperversano, a noi sono spettate, come lista, una quota percentuale sui TG della RAI, rispettivamente dell’1,89% e su quelli Mediaset del 3,82%. Per non parlare dei tg de La7 e Sky”.
“E’ vergognoso che in campagna elettorale, e non solo – si legge in una nota – sia così esorbitante la presenza nei TG e nei programmi di approfondimento dei partiti della maggioranza e del PD. Denunciamo la palese violazione del principio della parità di trattamento tra forze politiche che impedisce un corretto svolgimento della campagna elettorale”. 

Non a caso, la stessa l’Agcom ieri “ha rilevato il permanere di una non completa applicazione dei criteri declinati nell’articolo 8 del regolamento elettorale”.
Per questo e in conformità con le leggi sul pluralismo nell’informazione, “la sinistra” chiede un provvedimento di riequilibrio, per far sì che “almeno negli ultimi giorni di campagna elettorale le nostre ragioni e la stessa presenza della lista unitaria della sinistra possano essere comunicate a milioni di cittadini”.

http://www.controlacrisi.org/notizia/Politica/2019/5/18/52715-elezioni-europee-la-sinistra-protesta-per-loscuramento/

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy