Gennaio 27, 2021

AFV

Libera la tua mente

Catturato l italo-venezuelano accusato di aver bruciato vivo il chavista Orlando Figuera

Venezuela Il Procuratore Generale della Repubblica, Tarek William Saab, ha annunciato l’arresto in Spagna di Enzo Franchini Oliveros, accusato per l’omicidio di Orlando Figuera, il chavista che fu bruciato vivo da una folla di sostenitori della destra venezuelana.

“In questo momento e grazie alla nostra richiesta, fatta dal Pubblico Ministero all’Interpol, è stato arrestato in Spagna Enzo Franchini Oliveros, accusato di aver bruciato vivo il 20/05/2017 Orlando Figuera”, ha scritto il Procuratore sul suo account Twitter.

La istituzione ha già avviato un procedimento dinanzi alle autorità competenti della Spagna per l’estradizione immediata del presunto assassino.
Ha anche ricordato che durante le violente azioni, avvenute tra aprile e giugno 2017, gruppi di opposizione estremisti hanno portato armi e bruciato persone per motivi discriminatori e in chiara violazione dei diritti umani.

“Di fronte a questo crimine di odio disgustoso, il procuratore ha accusato l’assassino dei seguenti reati: istigazione pubblica, omicidio volontario e terrorismo. La cattura attraverso l’Interpol dell’assassino di Orlando Figuera è un risultato importante della nostra gestione”, ha riferito in un secondo messaggio Twitter.

Nel primo link il post di quando la polizia fece irruzione in casa sua a Caracas ma non lo trovò.

Ma chi è l’italo venezuelano catturato?

“Enzo Franchini Oliveros era amministratore e azionista della ditta immobiliare che ha avuto contratti dalla brasiliana Odebrecht, la società implicata nel pagamento di fondi neri a tutti i principali esponenti della destra latinoamericana, tra essi Macri e Temer. Franchini Oliveros è ricercato con l’accusa di aver partecipato al linciaggio mortale del giovane chavista Figuera, pestato e bruciato vivo dalle bande anti-Maduro.
Inoltre, la ditta fondata dal padre Maurizio Franchini, aveva avuto un contratto dal Ministero delle opere pubbliche venezuelano per la ricostruzione di un ponte nel 2010.
Franchini appartiene quindi a quei numerosi italiani di quella emigrazione arrivata in Venezuela prima di Chávez, arricchitisi, divenuti borghesia agiata e fieramente contraria a governi che mettono la parte più povera del paese al centro delle riforme sociali che nuocciono alle loro agiate condizioni di vita” da l’Antidiplomatico.

Traduzione rete solidarietà rivoluzione bolivariana

https://m.facebook.com/CaracasChiAma/photos/a.1035159363164551/1868446393169173/?type=3

http://vtv.gob.ve/fiscalia-detencion-homicida-orlando-figuera/
shares