L’accusa è venuta alla luce mentre il governo del repubblicano Donald Trump sta adottando misure destinate a rinforzare l’assedio economico, commerciale e finanziario contro Cuba, in vigore da 60 anni.

Attraverso una nota ufficiale il Dipartimento del Tesoro statunitense ha comunicato che la compagnia General Electric (GE) dovrà pagare una multa di due milioni 718 mila 581 dollari per presunte violazioni relazionate al bloqueo di Washington contro Cuba.

L’Ufficio di Controllo delle Attività Straniere (OFAC) di questo organo federale ha informato che la multinazionale statunitense, che ha sede a Boston, in Massachusetts, ha accettato di pagare questa penalità a nome di tre sussidiarie (Getsco Technical Services inc., Bentley Nevada e GE Betz).

Secondo il comunicato queste imprese di GE sono incorse in 289 supposte violazioni del Regolamento di Controllo delle Attività Cubane dal dicembre del 2010 fino al febbraio del 2014.

Durante questo periodo, si legge nel comunicato, le imprese hanno accettato pagamenti realizzati dalla compagnia The Cobalt Refinery Company (Cobalt) per beni e servizi prestati a un cliente di GE in Canada “con forti legami economici storici e attuali con l’industria mineraria cubana”.

“Le informazioni disponibili hanno dimostrato che il vecchio cliente canadese di GE è una corporazione con forti legami economici storici e attuali con l’industria mineraria cubana, attraverso le sue associazioni commerciali e imprese congiunte con il Governo cubano”, ha segnalato la OFAC.

Secondo l’OFAC, le compagnie di GE approvarono Cobalt come terzo pagatore e, durante un periodo di quattro anni, “non hanno riconosciuto in modo adeguato la relazione significativa e ampiamente pubblicata tra Cobalt e il suo cliente canadese, e non hanno dimostrato la diligenza sufficiente nelle attività dei loro clienti”.

La OFAC ha determinato che GE ha divulgato volontariamente le presunte violazioni ed ha segnalato che la penalità monetaria civile massima applicabile in questo tipo di violazioni è di 18 milioni 785 mila dollari.

Notizie sull’imposizione di multe o punizioni per violazioni del bloqueo che impongono gli Stati Uniti contro Cuba da quasi 60 anni sono frequenti sotto qualsiasi amministrazione statunitense ed, in molti casi, evidenziano il carattere extraterritoriale di questa politica.

Altre multe applicate quest’anno a causa del bloqueo hanno colpito le compagnie Expedia Group, Hotelbeds USA e Cubasphere e la banca italiana Gruppo UniCredit.

(con informazioni di Prensa Latina)

Foto: Prensa Latina

traduzione di Marco Bertorello

http://it.cubadebate.cu/notizie/2019/10/04/la-compagnia-general-electric-paghera-una-multa-milionaria-causa-del-bloqueo-di-washington-contro-cuba/

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy