Oggi alla commemorazione del 75° anniversario dell’eccidio di #Montesole, abbiamo portato un inequivocabile cartello contro la risoluzione recentemente approvata dal parlamento europeo.
L’equiparazione del #comunismo al nazismo è un’offesa innanzitutto alla memoria di chi subì la violenza barbara delle truppe hitleriane e dei loro complici fascisti italiani. La brigata partigiana che combatteva in queste zone si chiamava Stella Rossa e gli ideali che animavamo quei combattenti per la libertà non possono neanche lontanamente essere confusi con le aberranti ideologie antidemocratiche e razziste di Hitler e Mussolini.
Il nostro cartello con la scritta “Vergogna – la storia non si cancella” è rivolto in particolar modo al Pd che nel parlamento europeo ha votato insieme a fascisti, leghisti e berlusconiani. Al Presidente Sassoli che era oggi l’oratore ufficiale abbiamo consegnato l’appello “per il rispetto della memoria e della storia” promosso dallo storico Guido Liguori e sottoscritto da storici, intellettuali, esponenti della sinistra e partigiani. Denunciamo con amarezza e indignazione che il Partito Democratico e il segretario nazionale #Zingaretti non hanno sentito il dovere di chiedere scusa e nemmeno di prendere le distanze dal voto dei loro parlamentari europei nonostante le prese di posizione critiche dell’Anpi e di gran parte degli storici italiani. Ci uniamo alla sindaca del Comune di Marzabotto Valentina Cuppi che nel suo applauditissimo intervento ha chiesto al Presidente Sassoli di far ridiscutere la risoluzione.
Ora e sempre #Resistenza! Mai più fascismo!”

Stefano Lugli, segretario regionale Rifondazione Comunista Emilia-Romagna

Pagina FB Maurizio Acerbo

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy