Settembre 22, 2020

AFV

Libera la tua mente

Balcani inquinati

Sharing is caring!

Alessandro Lutman

Disoccupazione, spopolamento, malcontento e ferite mai saturate. Sono questi alcuni dei problemi che uniscono pressoché tutti gli Stati della regione balcanica. In aggiunta, negli ultimi anni è emerso anche il tema dell’inquinamento ambientale, argomento sentito ben prima della comparsa di Greta Thunberg sulla scena pubblica.

Nei Balcani, infatti, secondo l’ultimo rapporto delle Nazioni Unite per l’Ambiente sono circa 5mila le persone che ogni anno muoiono per cause riconducibili all’inquinamento, principalmente quello aereo. La situazione più grave si riscontra in Serbia dove, stando alla Global Alliance for Health and Pollution, si stimano 175 morti premature ogni 100mila abitanti. Una stima che pone il Paese al livello dell’India. A seguire la vicina Bosnia-Erzegovina (125 su 100mila abitanti). Ed è proprio in questi due Stati che si trovano le centrali più inquinanti per quanto riguarda la anidride solforosa (SO2), mentre il triste primato riguardate la PM10 è della centrale Kosova A, situata nella cittadina di Obilic, a qualche chilometro dalla capitale Pristina. Almeno stando a un’analisi condotta nel 2016 dal network ceco Bankwatch e pubblicata nel dicembre del 2019

Continua…

https://it.insideover.com/ambiente/balcani-inquinati.html