Novembre 29, 2020

AFV

Libera la tua mente

Guado cede inlegalmente raffineria venezuelana al governo di Aruba

Sharing is caring!

La Citgo, società petrolifera statale estera venezuelana, espropriata dagli Stati Uniti circa un anno fa, ha dato al governo di Aruba (Antille Olandesi) il controllo e l’amministrazione della raffineria di San Nicolás.
Quella stessa raffineria, come tutte le altre proprietà di Citgo, erano state assegnate al deputato oppositore Juan Guaidó dal governo degli Stati Uniti usurpandole al legittimo proprietario, il popolo venezuelano.

I proventi di questa raffineria, in quanto proprietà dello Stato venezuelano, dovrebbero essere tradotti in benefici economici e programmi sociali per il popolo di quel paese, mentre invece saranno gestiti dal governo di Aruba e ciò grazie all’accordo firmato da Guaidó dietro regia statunitense.

Il destino dei 209.000 barili al giorno estratti dalla raffineria non è ancora chiaro.

Le informazioni sono state fornite sabato scorso dalla controllata statunitense, dopo che nel 2019 aveva sospeso un contratto per rinnovare e gestire la struttura.

La raffineria ex-venezuelana ha dichiarato in una nota che l’accordo di trasferimento è stato il primo passo di un processo per Aruba di assumere il pieno controllo della raffineria stessa prima del 16 marzo, dopo l’approvazione del parlamento dell’isola.

Il governo di Aruba attualmente non ha nemmeno uomini specializzati per gestire la raffineria, poiché prevede di cercare il personale attraverso un bando per candidati esterni per quella posizione.

Sfortunatamente, mentre il Venezuela affronta una crisi economica indotta dalla destra nazionale ed internazionale, Citgo Petroleum Corporation, tolta ai suoi legittimi proprietari, continuerà a fornire carburante e guadagni ad altri paesi illegittimamente.

Rete di solidarietà rivoluzione bolivariana