Maggio 28, 2020

AFV

Libera la tua mente

“Arrivano i nostri” gli stati uniti salvano il mondo solo nei film

Sharing is caring!

“Arrivano i nostri”… è la frase entrata nel lessico comune coi film western degli anni ’50, quando arrivava il 7° Cavalleggeri dell’esercito statunitense a salvare i protagonisti “buoni” e a massacrare i “cattivi” indiani (padroni di casa) tra il sollievo degli spettatori.

Da lì in avanti sono cambiati i soggetti ma non il copione.
Guerre stellari, Rambo, RoboCop, Marines, supereroi Marvel, sempre eroi a stelle e strisce belli e bianchi che ci salvano da malvagi di tutte le razze, di tutte le religioni, da extraterrestri, asteroidi, mostri, alluvioni…

Ma la realtà è diversa dalla finzione di Hollywood e come dice Rafael Correa, ex presidente dell’Ecuador, domani “racconteremo ai nostri figli che dopo decenni di film e propaganda, nell’ora della verità, quando l’umanità aveva bisogno di aiuto, nel momento in cui le grandi potenze occidentali si sono nascoste, ad arrivare sono stati i medici cubani,” cinesi e russi.

Sono medici che vengono da paesi sottoposti a sanzioni o embarghi per aiutare popolazioni i cui governi aderiscono a quelle stesse sanzioni.

Mentre quei medici salvano vite a casa nostra, noi sanzioniamo i loro genitori, i loro figli, le loro mogli, a casa loro.
Una vergogna da eliminare, una vergogna da eliminare subito.

Basta embarghi, basta sanzioni contro popolazioni innocenti, decise illegalmente ed unilateralmente da Washington.