Dicembre 3, 2020

AFV

Libera la tua mente

CAPTAGON PUZZA DI CIA

Sharing is caring!

Oggi nel porto di Salerno è stato effettuato il più grande sequestro di Captagon del mondo. Parliamo della cosiddetta droga dell’Isis. È evidente che14 tonnellate, oltre 84 milioni di pasticche per un valore di mercato di oltre 1 MILIARDO di euro, non girano e non si vendono senza le mafie.

Ma sarebbe bene fare qualche esercizio di memoria e si finirà col sentire la puzza delle operazioni coperte della Cia e degli Usa. È una vecchia abitudine degli Stati Uniti, o meglio dei delinquenti che si occupano di gestire il loro predominio mondiale, quello di organizzare traffici internazionali di droghe pesanti fin dagli anno ’60. Il poeta della beat generation Allen Ginsberg dedicò al tema persino una canzone “Cia dope calypso” con tanto di nomi e cognomi.
Il caso più celebre fu quello di Oliver North e del finanziamento dei contras in Nicaragua. Il rapporto Cia – mafia ha una lunga e nota storia.

Che l’Isis sia servita a destabilizzare la Siria e a finire di sconquassare l’Iraq lo sanno tutti. Che paesi alleati degli Usa abbiano sostenuto Isis è stradocumentato.

Non credo che sia esagerato dire che il captagon puzza di Cia.

Maurizio Acerbo (Prc)