Ottobre 20, 2020

AFV

Libera la tua mente

Autostrade. Nessuna revoca alla fine del teatrino del Governo

Sharing is caring!

riceviamo e pubblichiamo

Atlantia. Santoro (CS): nessuna revoca alla fine del teatrino del Governo PD-M5S-LeU-Iv


“Nessuna revoca alla fine del teatrino portato avanti per mesi dal Governo PD-M5S-LeU-Iv. La rinuncia alla revoca fa gioire enormemente Atlantia che fa registrare un +26% in Borsa”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Ecco spiegata l’immensa gioia azionaria dell’azienda alla quale si aggiunge la notizia della partenza di Benetton. Uscirà Atlantia da Aspi nei prossimi mesi, ed entrerà la Cassa Depositi e Prestiti con successiva quotazione in Borsa.”


“Cosa prevede, quindi, l’accordo? Prevede la rinuncia alla revoca solo in caso di completamento dell’accordo transattivo; misure equilibratrici a carico di Aspi per l’importo di 3,4 miliardi di euro; il miglioramento dei controlli sempre a carico del concessionario; la riformulazione delle regole e delle clausole della convenzione; l’aumento delle sanzioni in caso di trasgressioni e infrazioni da parte del concessionario; la rinuncia a tutte le valutazioni fatte relativamente alle attività di ricostruzione del ponte Morandi. Molti punti, però, rimangono oscuri e andranno valutati nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.”


“Rimane, comunque, aperta la questione industriale, dopo il chiarimento dell’assetto finanziario. Chi gestirà veramente Aspi? Quali saranno le figure manageriali che dovranno garantire l’efficacia, la trasparenza, la competenza del nuovo assetto pubblico? Questioni che dovremo monitorare e alle quali chiediamo risposte esaurienti”, conclude Santoro.       

Convergenza socialista