Capisco la necessità di Stefano Bonaccini (Presidente, non ‘governatore’ come spesso si sente dire erroneamente, dell’Emilia-Romagna) di fare propaganda per il SI, ora che la partita pare ben più complicata di quel che avevano previsto lui e altri (è di oggi la presa di posizione di 183 costituzionalisti a sostegno del NO, ma ogni giorno si estende il fronte di uomini e donne contrari, altro che establishment evocato dal Ministro Di Maio …) ma la sua intervista su “Repubblica” contiene inesattezze e anche cose non vere.

In dettaglio:

1) il centrosinistra non esiste come soggetto politico e, per giunta, anche volendo semplificare deformando la realtà non esiste certamente da 30 anni. Non ci sono prese di posizioni ufficiali ad oggi dei seguenti partiti: Italia Viva, Leu e neppure Pd pare (non si sa). Si sono espressi per il NO Più Europa di Emma Bonino, Socialisti, Verdi, Azione di Carlo Calenda (che era capolista del Pd alle elezioni europee per l’area Nord est, compresa l’Emilia-Romagna). Questi moimenti dovrebbero essere parte della sua idea di centrosinistra

2) nel 2006 alla Riforma proposta dal centrodestra che proponeva anche un drastico taglio dei parlamentari Ds (ove militava anche Bonaccini) e Margherita diedero indicazione di voto per il No (ricordo una bellissima iniziativa insieme a Pierluigi Castagnetti, a Forlì, a sostegno del NO). Vinse il No.

3) ogni proposta avanzata da forze riconducibili ad una prospettiva di centrosinistra o in precedenza anche dal PCI prevedeva un’organica riforma istituzionale, accompagnata da una nuova legge elettorale. Non c’è traccia alcuna nella proposta su cui si voterà di questi aspetti.

Sempre più convinto del mio NO, a partire dal lavoro dei comitati per la democrazia costituzionale, dall’appello civico lanciato insieme a Laura Veronesi, Paola Ziccone, Mario Bovina (che ha raccolto centinaia di adesioni), dell’Anpi, dell’Arci, del movimento delle sardine, della Fondazione Lelio Basso, dell’Associazione per il rinnovamento della sinistra, insieme ad Alex Zanotelli, Luigi Ciotti, Raniero La Valle, e sempre più esponenti e militanti anche del Pd, di Italia viva, di Leu…
Daremo battaglia fino all’ultimo, e anche dopo.

#IoVotoNo

Thomas Casadei pagina FB

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy