Ottobre 29, 2020

AFV

Libera la tua mente

Divario di genere, l’Italia ha ben quattro regioni nei primi posti della classifica europea

Sharing is caring!

Tra i cinque territori europei con il maggiore divario di genere nel lavoro figurano quattro regioni italiane: Puglia, Basilicata, Campania e Calabria. Lo si legge nell’Eurostat Regional Yearbook 2020. La maglia nera in Europa va però alla regione della Grecia Centrale, dove il tasso del divario di genere è del 30,8 per cento. “La metà delle regioni dell’Ue (120 su 240) ha registrato un divario di genere nell’occupazione a doppia cifra nel 2019. Questa situazione è particolarmente evidente nell’Europa meridionale, dove i tassi dell’occupazione femminile tendono ad essere particolarmente bassi”, si legge nel Regional Yearbook 2020. In cinque regioni europee il divario di genere occupazionale è addirittura superiore al 25 per cento. “Quattro di queste – Puglia, Basilicata, Campania e Calabria – si trovano nel Sud Italia”, scrive Eurostat, ricordando che il dato più elevato si trova però nella regione della Grecia centrale. Il divario più basso è stato invece registrato nelle regioni finlandesi, svedesi e lituane, con il tasso più basso nella regione della Finlandia meridionale.