Vincenzo Giardina

La decisione in segno di protesta contro l’accordo trilaterale che coinvolge anche la Gran Bretagna

ROMA – La Francia ha annunciato oggi la decisione di richiamare i propri ambasciatori negli Stati Uniti e in Australia in segno di protesta per un accordo in materia di difesa e cooperazione militare trilaterale sottoscritto da questi Paesi anche con la Gran Bretagna.

Il ministero degli Esteri di Parigi ha riferito di “una scelta eccezionale”.

Sulla base dell’intesa, denominata Aukus, l’Australia otterrà dagli Stati Uniti forniture e tecnologie necessarie per realizzare sottomarini a propulsione nucleare.

L’accordo, annunciato mercoledì, ha reso nullo un memorandum per commesse miliardarie che a Canberra sarebbero state assicurate invece dalla Francia

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy