Il cappio mediatico contro la Grecia è andato di pari passo con le politiche criminali d’austerità che hanno determinato povertà, disoccupazione e la perdita di diritti e più in generale di quella dignità che si pensava acquisita nei paesi del cosiddetto primo mondo. Nel suo libro “Memorandum: una moderna tragedia greca” Antonio Di Siena, colonna portante dell’AntiDiplomatico e del  nostro progetto editoriale, riesce a far emergere con rara precisione e sensibilità il dramma del popolo greco, attraverso il racconto dei luoghi e delle persone simbolo di 10 anni di crimini del fondamentalismo neo-liberista dell’Unione Europea.

Perché parlarne ora? Perché se potevi anche non interessarti dei crimini di Draghi e della Merkel contro il topo da laboratorio della Troika prima, ora al governo italiano…

Agata Iacono intervista Antonio Di Siena per l’AntiDiplomatico. Buona Visione:

https://www.facebook.com/plugins/video.php?height=314&href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Flantidiplomatico%2Fvideos%2F3393851160739919%2F&show_text=false&width=560&t=0

Da

https://lantidiplomatico.it/dettnews-il_ruolo_di_draghi_nella_tragedia_greca_lintervista_ad_antonio_di_siena/5496_43301/

Di Red

„Per ottenere un cambiamento radicale bisogna avere il coraggio d'inventare l'avvenire. Noi dobbiamo osare inventare l'avvenire.“ — Thomas Sankara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy