Ascoltando Cristine Lagarde ospite di Fabio Fazio mi è tornato in mente il fantozziano “com’è umano lei”.

Sentire uno squalo come Lagarde dire che la cosa più importante è l'”amore” è pura propaganda.

Ovviamente le interviste di Fazio non sono quelle di un giornalista. Non incalzano mai e tantomeno contraddicono. Domande scomode zero. Il salotto di Fazio renderebbe buono e simpatico anche Gengis Khan.

In un paese che trasforma Draghi in eroe nazionale per il 99% del parlamento e dell’informazione anche la collega Lagarde passa per una benefattrice dell’umanità.

Cristiane Lagarde era una fedelissima di Sarkozy e al Fondo Monetario Internazionale è stata una delle tre punte della #troika che imponeva di smantellare il modello sociale europeo riducendo welfare, tagliando spesa pubblica, privatizzando e precarizzando.

Fazio poteva chiederle:
1) è pentita di aver strangolato la Grecia?
2) quante morti per covid potevano essere evitate se non si tagliavano i posti letto e la sanità pubblica?
3) perché l’Unione Europea si oppone alla moratoria sui brevetti visto che anche lei sostiene che solo vaccinando tutti i popoli possiamo fermare covid?
4) quando il suo sponsor Sarkozy ha raso al suolo con i bombardamenti la Libia lei cosa gli ha detto?
5) perché non isolate i #paradisifiscali ponendo fine alla grande evasione?
6) ritiene che sia il caso di cambiare la mission della #Bce e che cominci a finanziare il welfare, il lavoro e la riconversione ecologica?

Continuate pure voi tanto non le faranno mai né a lei né a Draghi.

Fazio è un grande professionista ma il suo programma lascia perplessi.

Maurizio Acerbo Prc

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy