Ogni tanto il presidente Draghi torna tra noi comuni mortali e si ricorda che «i grandi produttori e venditori di energia stanno facendo profitti fantastici» e che «occorre chiedere a chi ha fatto grandi profitti da questo aumento del prezzo del gas di condividerli con il resto della società».

Ottimo, siamo d’accordo. Dopotutto siamo stati i primi a chiederlo.
Però mi sorge spontanea una domanda: perché non si è fatto ancora nulla?

Oltre ai continui annunci, peraltro in grande ritardo rispetto alle necessità, forse è giunto il momento che il governo agisca e faccia davvero pagare a chi sta facendo «profitti fantastici» l’aumento delle bollette.
E non a famiglie e aziende in difficoltà.

Un sostegno concreto e reale limitando i propri giganteschi guadagni. Mi sembra più che giusto.
Anzi, mi sento di dire che dovremmo farlo più spesso, non trovate?

Nicola Fratoianni SI

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy