riceviamo e pubblichiamo

Nell’ambito del grave (ed enfatizzato dal ministro Bianchi) rilancio della scuola superiore quadriennale appare meritevole di una particolare denuncia la comparsa dei “TED”,  i “licei per la transizione ecologica e digitale”, che rappresentano una sfacciata operazione con cui l’istruzione pubblica viene targata con i loghi di grandi aziende e ad essa completamente subordinata- ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale Scuola del PCI.

Ricapitoliamo: sfruttando la sperimentazione dell’istruzione superiore a quattro anni (di cui abbiamo sin dall’inizio denunciato il carattere regressivo e aziendalistico) vengono lanciati i licei TED. Lanciati da un consorzio di cui fanno parte decine di grandi aziende da Microsofot a Nokia, da Toyota a Alma Viva, sotto la regia dell’amministratore delegato di SNAM e con il protagonismo dell’ex sottosegretario (qualcuno lo aveva anche proposto come ministro dell’istruzione …) Salvatore Giuliano.

È chiaro che siamo di fronte a un processo accelerato e selvaggio di privatizzazione, che favorisce speculazione sui processi formativi (pensiamo ai fondi del PNRR che finanzieranno questo e altri consorzi), che svende risorse e strumenti pubblici, che colpisce al cuore la scuola pubblica ridotta a strumento di grandi potentati economici, che chiarisce fino in fondo che transizione ecologica e transizione digitale sono a misura di capitale.

La stessa idea subalterna al mercato che ispira l’alternanza scuola/ lavoro. E ugualmente forte sarà la nostra opposizione. – ha concluso Cangemi.

Di AFV

Ancora Fischia il Vento è per un’altra informazione, una voce che prova a dare parola a chi parola non ne ha. Noi siamo contro il pensiero unico che ogni giorno ci viene propinato, e vogliamo, nel nostro piccolo, contribuire alla lotta per un’informazione d’alternativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy