Questa mattina, per la prima volta, l’esercito russo ha utilizzato l’artiglieria su zone residenziali di Karkhov. Nei giorni precedenti sono falliti i tentativi di occupazione “indolore” della seconda città ucraina. Il sindaco aveva espresso l’intenzione di arrendersi per risparmiare la città dai bombardamenti, ma l’esercito e le milizie ucraine hanno deciso di combattere (eseguendo gli ordini). Speriamo di non vedere le scene di distruzione urbana viste in Siria, Cecenia e Iraq.

Intanto le forze russe stanno continuando ad avanzare sul fronte sud. Al contrario di report precedenti, Mauripol non risulta ancora essere chiusa in una sacca, ma sia regolari che separatisti avanzano da ovest e da est. Solo uno stretto corridoio permette agli ucraini di evitare l’accerchiamento. Il battaglione Azov, che controlla la città, costringe la popolazione a rimanere in città (anche con la violenza).

L’esercito ucraino bombarda Donetsk.

Sembra che unità dell’esercito bielorusso potrebbero entrare in azione per supportare le operazioni russe. Sino ad ora i bielorussi avevano “solamente” ospitato le forze russe, mettendo a disposizione aeroporti e logistica.

News dai campi di battaglia nel mondo

Di AFV

Ancora Fischia il Vento è per un’altra informazione, una voce che prova a dare parola a chi parola non ne ha. Noi siamo contro il pensiero unico che ogni giorno ci viene propinato, e vogliamo, nel nostro piccolo, contribuire alla lotta per un’informazione d’alternativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy