La situazione sui fronti ucraini nel settore di Cherson. Gli attacchi ucraini appaiono diffusi, troppo, c’è un fronte in particolare che appare meglio supportato ed è quello centrale su Bilogorka e Shuky Stavok, qui sono affluiti più mezzi e truppa. Non si tratta di una novità, qualche mese fa, avevano tentato la stessa manovra, forse con ancora più mezzi, gli attacchi diffusi su diverse linee di attacco sono dispersive, diminuiscono la capacità ucraina di creare la massa critica da lanciare contro il nemico e superarne le difese. Le forze russe stanno contenendo l’offensiva con la consueta tattica dell’elastico, arretrano combattendo, assorbendo l’energia dell’offensiva e nel contempo usurando le forze degli Ucraini, sono segnalati molti mezzi ucraini colpiti da missili ATGM russi, l’artiglieria di Mosca è entrata in azione e l’aggiustamento è preciso, fa male a chi deve muoversi in terreno aperto per avanzare.
Sul fronte nord sono schierati reparti di paracadutisti russi, ieri hanno respinto tutte, dico tutte le offensive ucraine, le immagini del dopo attacco presentano molte vittime ucraine lasciate sul terreno.
Sul fronte sud, l’offensiva puntava sia verso Cherson che verso, Aleksandrovka, per l’ennesima volta, entrambe sono state stoppate.


Stefano Orsi

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy