Virgilio ed io commentiamo e ragioniamo sul discorso del Presidente Putin diffuso stamane.
Esaminiamo le conseguenze dei referendum e i contenuti rivolti ai suoi interlocutori che non lasciano adito a dubbi sulla determinazione russa a difendere i propri confini.
Chi dubita di questo rientra nella categoria di coloro che nel 2020 non si accorsero della crisi in arrivo, nel 2021 dicevano che Putin bluffasse, che ancora il 23 febbraio sostenessero che la Russia non avrebbe mai attaccato l’Ucraina e che poi ci dicevano che con le sanzioni in pochi giorni la Russia sarebbe crollata.
Insomma persone degne di fede…
Buona visione

Stefano Orsi

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy