Nord Stream 1e2 il danneggiamento è molto grave e riguarda entrambe le tratte dei gasdotti, occorreranno mesi per la riparazione e lo svuotamento dall’acqua di mare che sta allargando i gasdotti. Un atto deliberato di chi voleva assicurarsi che la Germania non fosse tentata da ripensamenti durante l’inverno. Evidente chi possa aver ritenuto necessario questo atto criminale che lede la sicurezza energetica della Germania. Sappiamo bene che Usa e GB hanno la capacità di distruggere queste strutture e che ne avrebbero anche avuto le motivazioni per farlo. Non saltiamo alle conclusioni chiaramente, ma occorre constatare chi ne avrebbe avuto interesse e guadagno.

Stefano Orsi

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy