Gennaio 21, 2022

AFV

Libera la tua mente

Cina, Global Times: Washington deve pagare un caro prezzo per la guerra commerciale

Cina, Global Times: Washington deve pagare un caro prezzo per la guerra commerciale

Dal momento che gli Stati Uniti hanno avviato la guerra commerciale, le contromisure cinesi dovrebbero infliggere un duro colpo, colpendo ciò che gli Stati Uniti temono di più

da Global Times
L’ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti ha annunciato un elenco tariffario su 1.300 prodotti cinesi per un valore di circa 50 miliardi di dollari. L’ampio elenco comprende tecnologie aerospaziali, di informazione e comunicazione, la robotica e le industrie dei macchinari. Gli Stati Uniti hanno ovviamente preso di mira il settore high-tech cinese, con l’obiettivo di frenare le esportazioni cinesi negli Stati Uniti e minare lo sviluppo high-tech della Cina.

 

La Cina ha risposto immediatamente. Il Ministero del Commercio e il Ministero degli Affari Esteri hanno entrambi rilasciato dichiarazioni che condannano l’azione statunitense. Il portavoce del ministero del Commercio ha detto che la Cina adotterà una scala equivalente di contromisure sulle esportazioni statunitensi.

 

La Cina ha imposto dazi doganali di ritorsione sui prodotti statunitensi per circa 3 miliardi di dollari come risposta ai dazi statunitensi sull’acciaio e l’alluminio cinesi. L’ultimo elenco degli Stati Uniti svelato nell’ambito dell’inchiesta della sezione 301, insieme alle dichiarazioni della Cina di contrattacco, fanno rullare i tamburi della guerra commerciale.

 

Gli Stati Uniti tentano di attaccare il piano cinese “Made in China 2025”. Tuttavia, le industrie cinesi di astronautica e aeronautica hanno una forte capacità di ricerca e sviluppo indipendente. La Cina ha superato gli Stati Uniti in settori chiave come le tecnologie di comunicazione 5G e la sua tecnologia robotica è competitiva. Non è realistico per gli Stati Uniti bloccare questi sviluppi.

 

Le azioni degli Stati Uniti ci ricordano che la Cina non può contare su alcun aiuto degli Stati Uniti per sviluppare tecnologie ad alta tecnologia e deve sviluppare un’abilità indipendente. Il mercato cinese dovrebbe puntare sulle società high-tech locali. I prodotti di comunicazione statunitensi pongono più minacce alla sicurezza nazionale della Cina di quanto non facciano i prodotti cinesi negli Stati Uniti. La Cina non deve abbassare la guardia.

 

Dal momento che gli Stati Uniti hanno avviato la guerra commerciale, le contromisure cinesi dovrebbero infliggere un duro colpo, colpendo ciò che gli Stati Uniti temono di più.

 

Raccomandiamo vivamente di iniziare con soia e prodotti a base di mais negli Stati Uniti. Se la sua industria agricola sentirà il dolore, causerà un enorme effetto di ricaduta nel paese con un forte impatto politico.

Il Gop al potere pagherà un prezzo enorme. I coltivatori di soia statunitensi sono già molto nervosi e hanno lanciato pubblicità in televisione per opporsi a Trump dal lanciare una guerra commerciale. La loro ansia metterà sotto pressione i politici statunitensi. 

L’industria automobilistica statunitense dovrebbe venire dopo. Molte imprese statunitensi come General Motors hanno fabbriche in Cina. Pechino dovrebbe aumentare sostanzialmente le tariffe di importazione dei veicoli statunitensi e dei loro componenti, spingendo i produttori statunitensi a trasferire più produzione in Cina. In tal caso, la produzione rilevante negli Stati Uniti sarà ulteriormente depressa. Poiché la Cina è stata a lungo il più grande mercato automobilistico del mondo, ha un’influenza dominante in tutto il mondo in questo campo.

 

Pechino dovrebbe anche tagliare gli ordini dal produttore di aerei statunitense Boeing e ordinare invece da Airbus.

 

La Cina ha molte carte da giocare. Le filiali di società statunitensi in Cina producono e vendono oltre 200 miliardi di dollari di prodotti in Cina ogni anno, tuttavia le società locali cinesi hanno la possibilità di sostituire la maggior parte di esse. Anche il commercio di servizi negli Stati Uniti con la Cina è cresciuto rapidamente. Pechino ha molto spazio per sopprimere gli Stati Uniti a questo riguardo.

 

Alcune élite statunitensi credono fermamente che la dipendenza dell’economia cinese dal mercato statunitense sia molto più alta della dipendenza dell’economia statunitense dal mercato cinese. Stanno spingendo Washington a cambiare la sua politica commerciale con la Cina sulla base della loro vaga comprensione. Ma la verità è che la dimensione totale del mercato dei consumatori in Cina ha già superato gli Stati Uniti. La logica secondo cui la Cina dipende maggiormente dagli Stati Uniti è insostenibile.

 

Gli Stati Uniti stanno cercando di strangolare lo sviluppo high-tech cinese mentre contengono l’ascesa della Cina attraverso la guerra commerciale. Washington ha paura della crescente competitività della Cina nel campo delle alte tecnologie. Tuttavia, adotta una misura di isolazionismo invece di motivare gli Stati Uniti a competere.

 

La Cina dovrebbe obbligare gli Stati Uniti a pagare lo stesso prezzo, costringere gli Stati Uniti a ripensare il confronto di forza tra i due paesi e riflettere su come andare d’accordo con la Cina in futuro.

 

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-cina_global_times_washington_deve_pagare_un_caro_prezzo_per_la_guerra_commerciale/82_23590/