Luglio 8, 2020

AFV

Libera la tua mente

Elezioni Bolivia. Non passa giorno che gli USA non interferiscono

Sharing is caring!

Il ministro boliviano per la Presidenza, Juan Ramón Quintana, a pochi giorni dal voto, ha criticato l’interferenza quotidiana degli Stati Uniti negli affari interni della Bolivia.

“Non c’è un giorno in cui l’interferenza dell’ambasciata statunitense nella politica nazionale non sia presente”, ha detto Quintana durante un’intervista al canale del governo della Bolivia TV, anche perché la stessa dichiarazione sarebbe stata difficile da rilasciare sui mezzi di informazione privata, i quali sono un vero e proprio megafono della opposizione sia nei notiziari che durante le trasmissioni di intrattenimento e lo spazio riservato ai rappresentanti del governo è pressoché nullo.

A tal proposito, il coordinatore del libro Bolivia Leaks: “L’interferenza politica degli Stati Uniti contro il processo di cambiamento (2006-2010)”, aveva precedentemente scritto sul suo account Twitter che, per 50 anni, gli Stati Uniti “Hanno messo la propria mano nera” nei processi elettorali del paese boliviano e che ora “l’interferenza yankee è più presente che mai”, pertanto mette in guardia gli elettori che nelle prossime elezioni generali il loro voto “non può essere rapito da interferenze straniere”.

Nelle elezioni generali del 20 ottobre, i boliviani eleggeranno il presidente e il vicepresidente del paese, oltre a 130 deputati e 36 senatori per il periodo 2020-2025.

L’opposizione del paese sudamericano non accoglie con favore una nuova nomina del presidente boliviano, Evo Morales, per cui chiede che i risultati del referendum del 21 febbraio 2016 siano rispettati, secondo i quali Morales non può candidarsi alle elezioni 2019; Tuttavia, nel 2017 una sentenza costituzionale ha riconosciuto il diritto del presidente indigeno di cercare un altro mandato, una decisione sostenuta dalle Nazioni Unite (ONU) e dal segretario della OSA Almagro.

Traduzione rete solidarietà rivoluzione bolivariana

https://www.hispantv.com/noticias/bolivia/440265/injerenia-eeuu-asuntos-internos