Il testo base della nuova legge elettorale (ma si discuterà solo dopo il referendum…) prevede il mantenimento delle liste bloccate.

Con il 36% di parlamentari in meno significa che ancora più di oggi chi sarà nominato e poi eletto risponderà esclusivamente al capopartito o al capocorrente del momento.

I 5S sono passati dalla democrazia diretta alla democrazia differita

Spero che ora sia chiaro che tagliare i seggi significa rinunciare ad un pezzetto della sovranità popolare per consegnarla ad una casta oligarchica e impenetrabile.

#IOVOTONO

Stefano Lugli PRC

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy