Guardando il confronto fra Biden e Trump ho pensato istintivamente due cose. La prima è che il presidenzialismo è una iattura e mi tengo stretto il nostro sistema parlamentare, per quanto indebolito e fatto a pezzi. La seconda è che il così detto “confronto” (giornalista compreso) è stato tutto interno ad un mondo di maschi bianchi anziani ricchi antiecologisti innamorati delle magnifiche sorti e progressive del libero mercato e nel caso specifico, mi si perdoni la franchezza, anche decisamente rincoglioniti, sopratutto Biden. E questo senza voler appiattire le differenze fra i due candidati, a partire dal fatto che Trump è un furfante, perché non saprei come altro definire un miliardario che da quando è Presidente ha pagato solo 750 $ di tasse.

Tommaso Fattori

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy