Tredicesimo Congresso del Partito Comunista del Viet Nam. In fondo il busto  Ho Chi Minh

Francesco Cecchini

Dal testamento di Ho Chi Minh.

…Il mio ultimo desiderio è che tutto il nostro partito e il popolo si uniscano nella lotta e costruiscano un Vietnam pacifico, unito, indipendente, democratico e ricco e facciano uno sforzo degno per la rivoluzione mondiale!                                                          Hanoi, 10 maggio 1969

Il tredicesimo  Congresso Nazionale del Partito Comunista del Viet Nam è iniziato il 25 gennaio e si è concluso il primo febbraio dopo otto giorni di lavoro, rispettando il suo programma e con risultati importanti. Nguyen Phu Trong, 77 anni,  è stato letto per la terza volta Segretario Generale del Comitato Centrale. È diventato segretario generale del Comitato centrale del partito nel 2011 ed è stato rieletto nel 2016.

Nguyen Phu Trong

Erano presenti 1.587 delegati in rappresentanza di oltre 5 milioni di membri del Partito. Dei delegati, 191 sono membri del 12 ° Comitato Centrale del Partito, 1.381 sono stati eletti ai congressi del Partito di province, città gestite centralmente e organizzazioni del Partito gestite centralmente, e 15 provengono da organizzazioni del Partito d’oltremare. C’erano 1.365 delegati uomini, l’86,01%, e 222 donne, il 13,99%. Il numero di delegati delle minoranze etniche è pari a 175, pari all’11,03%. Mentre i Kinh costituiscono circa l’85% dei circa 100 milioni di abitanti del Vietnam (2020), ci sono oltre 50 altri gruppi etnici che costituiscono il 15%. Tre delegati sono eroi delle forze armate del popolo, 13 eminenti insegnanti e 15 sono stati premiati come medici ed eminenti medici del popolo.

Non è stata certamente positivo il numero di delegate donne in rapporto ai delegati uomini, solo circa il 16%.  In compenso, già un anno fa circa, per la prima volta è stata nominata una donna, Nguyen Thi Kim Ngan, nel ruolo importante di presidente dell’ Assemblea Nazionale.

epa05237161 Nguyen Thi Kim Ngan, 62, takes the oath of office after being elected chairwoman of the National Assembly in Hanoi, Vietnam, 31 March 2016. Ngan, the deputy chairperson of the National Assembly since 2011, won 95 percent of the votes, becoming the country’s first female house speaker. EPA/STR

Nguyen Thi Kim Ngan

Il congresso ha affermato la continuità  e l’applicazione creativa e lo sviluppo del marxismo-leninismo e del pensiero di Ho Chi Minh in armonia con la realtà attuale del Viet Nam: l’ indipendenza nazionale unita al socialismo, la continuazione del ” Doi Moi” (Doi Moi, “Rinnovamento” in italiano, è il nome dato alle riforme economiche implementate in Vietnam a partire dal 1986, con l’obiettivo di creare una economia socialista che non escludesse il  mercato.), lo sviluppo economico sostenibile, e l’   integrazione con quelle  realtà positive, dal punto politico e socio economico, del mondo.

Per quanto riguarda le relazioni esterne, il Congresso ha sostenuto la coerente politica estera di indipendenza, fiducia in se stessi, pace, amicizia, cooperazione e sviluppo, diversificazione e multilateralizzazione delle relazioni estere; essere un amico, un partner affidabile e un membro attivo e responsabile della comunità internazionale; garantire al massimo gli interessi del paese e delle persone sulla base dei principi fondamentali della Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale, l’uguaglianza e la cooperazione reciprocamente vantaggiosa; e compiere sforzi proattivi e attivi per integrarsi in modo intensivo e completo nel mondo.

Nguyen Thanh Hai, membro della delegazione del Segretariato del Congresso, ha letto un elenco di partiti politici, organizzazioni internazionali e amici che hanno inviato congratulazioni al Congresso. 368 lettere di congratulazioni e messaggi ricevuti hanno indicato i molti rapporti amichevoli.

Il generale dell’  esercito cubano Raul Castro si è congratulato con l’   amico e compagno Phu Trong per la sua rielezione a capo del partito. Ha elogiato i risultati del congresso e ha ringraziato il paese fratello per il suo sostegno incondizionato alla rivoluzione cubana. Entrambi hanno sottolineato l’ amicizia, la solidarietà e la fiducia reciproca che hanno unito i due popoli, partiti e governi durante sei decenni di relazioni esemplari, e hanno ratificato la decisione di continuare a rafforzare i legami storici di fratellanza forgiati da Fidel Castro e Ho Chi Minh.

Il 3 febbraio 1930 a  Hong Kong venne fondato il Partito Comunista del Viet Nam (Viet Nam Cong San Dang).

.

Di Francesco Cecchini

Nato a Roma . Compie studi classici, possiede un diploma tecnico. Frequenta sociologia a Trento ed Urbanistica a Treviso. Non si laurea perché impegnato in militanza politica, prima nel Manifesto e poi in Lotta Continua, fino al suo scioglimento. Nel 1978 abbandona la militanza attva e decide di lavorare e vivere all’estero, ma non cambia le idee. Dal 2012 scrive. La sua esperienza di aver lavorato e vissuto in molti paesi e città del mondo, Aleppo, Baghdad, Lagos, Buenos Aires, Boston, Algeri, Santiago del Cile, Tangeri e Parigi è alla base di un progetto di scrittura. Una trilogia di romanzi ambientati Bombay, Algeri e Lagos. L’ oggetto della trilogia è la violenza, il crimine e la difficoltà di vivere nelle metropoli. Ha pubblicato con Nuova Ipsa il suo primo romanzo, Rosso Bombay. Ha scritto anche una raccolta di racconti, Vivere Altrove, non ancora pubblicata. Traduce dalle lingue che conosce come esercizio di scrittura. Collabora con Ancora Fischia IL Vento. Vive nel Nord Est

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy