L’Ue non ha fururo. E alla fine ci è arrivato anche Prodi!

  • Pasquale Cicalese

E alla fine, oggi su Il Messaggero, ci arrivò anche Prodi. La post pandemia a livello economico vede solo due protagonisti, Cina e Usa, con le loro politiche espansive.

Fuori l’ Ue, che al massimo può godere qualcosa della crescita delle prime due tramite export. Fallita la strategia di Lisbona, volta a fare dell’Ue l’area più competitiva e forte del mondo. La pandemia certifica la debacle europea, a detta di uno dei suoi portavoce.

È finita dopo 30 anni la favola degli anni novanta, su cui scommisero anche sedicenti comunisti italiani che appoggiarono i suoi governi e che perciò scomparvero. Ora è la volta di esplorare nuove frontiere, dopo la parentesi Draghi.

Prodi realisticamente non crede più che l’Ue possa essere un soggetto nell’arena mondiale. Sono rimasti i media, il Pd e altri ultimi giapponesi a combattere una guerra persa sin dall’ inizio.

https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-lue_non_ha_fururo_e_alla_fine_ci__arrivato_anche_prodi/29785_40084/

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy