LA POLIZIA DI DRAGHI SPARA CANDELOTTI IN FACCIA, FORZA GIOVANNA RESISTI
L’occupazione militare di San Didero in Valle Susa si sta svolgendo con feroce violenza da parte delle forze dell’ordine. Il crimine più grave è il lancio nel centro abitato e ad altezza d’uomo di valanghe di candelotti lacrimogeni, che oltre a spargere veleno diventano proiettili devastanti. Il Comune di San Didero ha lanciato un pubblico allarme per l’aggressione poliziesca violenta e brutale ai danni di una intera popolazione.
In una di queste sparatorie un candelotto ha raggiunto alla testa Giovanna, militante NOTAV, provocandole un ematoma cerebrale e ferite al volto. Ora Giovanna è in gravi condizioni alle Molinette di Torino dove manifestano solidarietà i NOTAV.
Forza Giovanna resisti siamo con te; e voi sbirri violenti siate maledetti. E con voi questo infame e feroce Governo Draghi che vi ha ordinato di massacrare la ValSusa, di devastare la natura e colpire le persone il tutto solo per portare avanti un lurido affare.

Giorgio Cremaschi Pap

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy