L’ex presidente dell’Uruguay José Mujica ieri, in una intervista alla emittente argentina Radio 10, ha elogiato lo sviluppo da parte di Cuba di vaccini contro il Covid-19 affermando che ciò permetterà l’immunizzazione nella regione latinoamericana. Mujica ha parlato molto bene della produzione del candidato vaccino Soberana 02 arrivato alla terza fase della sperimentazione: “Adesso abbiamo il vaccino cubano, un vaccino prodotto da un Paese punito e assediato da una grande potenza. Questo dimostra che i latinoamericani possono fare cose importanti”, ha detto. Per l’anziano leader, i vaccini di Cuba “si ricorderanno dei poveri di Haiti e di quelli dell’America centrale ai quali nessuna delle case farmaceutiche dominanti parla perché non sono un affare redditizio”. Alla domanda sul problema legale del rilascio dei brevetti sui vaccini, ha sottolineato che le aziende potenti metteranno tutti i tipi di ostacoli, ma “il recinto si sta rompendo”. Mujica ha sottolineato l’importanza della sanità pubblica e dei sistemi educativi pubblici, di favorire la scienza, prendendosi cura dei suoi uomini e ha insistito sul fatto che “lo Stato deve moltiplicare le risorse per universalizzare la formazione tecnico-scientifica, la quale è il motore sostanziale delle società”.

https://www.prensa-latina.cu/index.php?o=rn&id=449006…

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy