Il presidente russo Vladimir Putin ha rilasciato un’intervista all’emittente statunitense NBC News. La versione integrale dell’incontro tra Putin e il giornalista Cyrus Simmons sarà pubblicata sul canale il prossimo 14 di giugno. 

Al momento, come riporta il quotidiano russo Komsolskaya Pravda, sono disponibili solo alcune interessanti anticipazioni. 

«Signor Presidente, lei è un assassino?», ha chiesto il giornalista statunitense a Putin in riferimento all’incredibile dichiarazione diffamatoria del presidente Biden sul suo omologo russo. 

La risposta di Putin evidenzia il suo proverbiale pragmatismo: «Durante il mio lavoro, mi sono abituato ad attacchi da diverse parti in moltissime occasioni, di diversa qualità e gravità. Niente mi sorprende. Con le persone con cui lavoriamo in ambito internazionale, litighiamo, non siamo sposi e non ci giuriamo l’un l’altro amore e amicizia eterni. Siamo partner e in qualche modo competiamo tra di noi. Ho sentito decine di tali accuse, soprattutto durante il periodo dei nostri momenti difficli quando eravamo impegnati nella lotta al terrorismo nel Caucaso settentrionale. E allo stesso tempo, ho sempre agito nell’interesse dello Stato russo e del popolo russo. E le etichette diverse non sono qualcosa di cui vale la pena preoccuparsi». 

Sulla stessa linea ‘provocatoria’, Cyrus Simmons ha poi chiesto a Putin: «Anna Politkovskaya è stata colpita, Alexander Litvinenko è stato avvelenato con polonio, Sergei Magnitsky è morto in prigione, Boris Nemtsov è stato colpito da arma da fuoco, Mikhail Lesin è morto per un trauma cranico a Washington. Sono tutte coincidenze?». 

«Senta, non voglio sembrare scortese, ma è come una specie di indigestione, ma verbale. Ha elencato molte persone che sono morte in momenti diversi per ragioni diverse per mano di persone diverse. Ho trattato molto bene Lesin, è morto negli Stati Uniti. Dobbiamo chiedervi come è morto?», la risposta di Putin.

Il presidente russo nel corso dell’intervista ha poi evidenziato che il suo omologo statunitense Joe Biden è è un politico di carriera e questo fa sperare che non ci saranno gesti impulsivi, riferisce l’agenzia Tass. 

Vladimir Putin ha osservato che Biden «è radicalmente diverso da Trump perché il presidente Biden è un uomo di carriera. Ha trascorso praticamente tutta la sua età adulta in politica».

«È un tipo diverso di persona, ed è mia grande speranza che sì, ci siano alcuni vantaggi, alcuni svantaggi, ma non ci saranno gesti impulsivi, a nome del presidente degli Stati Uniti in carica». 

https://lantidiplomatico.it/dettnews-lei__un_assassino_la_risposta_di_putin_al_giornalista_usa/82_41805/

Di Red

„Per ottenere un cambiamento radicale bisogna avere il coraggio d'inventare l'avvenire. Noi dobbiamo osare inventare l'avvenire.“ — Thomas Sankara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy