Immagine dal film di animazione Le rondini di Kabul.


Francesco Cecchini


Yasmina Kadra, pseudonimo dello scrittore algerino Mohammed Moulessehoul, scrisse il romanzo Le rondini di Kabul, ambientato nell’ Afghanistan quando i Talebani erano al potere, dal 1996 al 2001, e istituirono uno stato fondamentalista islamico. Con l arrivo dei Talebani le donne non ebero vita facile, anzi, persero tutti i diritti e mantenuto solo quello di studiare il Corano. Molte furono lapidate.
Sullo sfondo di una Kabul provata da anni di guerre Yasmina Khadra ambienta questa storia con quattro protagonisti raccontati in un momento drammatico della loro esistenza: Atiq, il guardiano del carcere che non riesce più a sostenere il ritmo delle esecuzioni, sua moglie Mussarat, condannata da un male incurabile, Mohsen, un borghese decaduto, e sua moglie Zunaira, una volta avvocato e femminista. Ognuno di loro ha un un modo diverso di reagire allintegralismo dei Talebani: la resistenza, la follia, la sottomissione, l’ illusione.
Khadra descrive con efficacia una lapidazione, alla quale Moshem Ramat partecipa, anche se prima esita a raggiungere la piazza dove verrà lapidata una prostituta. Mohsen Ramat esita a lungo prima di decidersi a raggiungere la folla in piazza. È stata annunciata lesecuzione pubblica di una prostituta. Verrà lapidata. Qualche ora prima, alcune persone operai hanno scaricato delle carriole piene di sassi nel luogo dellesecuzione e hanno scavato una fossa profonda una cinquantina di centimetri. Mohsen ha assistito a parecchi linciaggi del genere. Solo ieri, due uomini, uno dei quali appena adolescente, sono stati impiccati in cima a un autogrù per esserne sganciati solo al calare della notte. Un mullah si getta sulle spalle le falde del proprio burnus, squadra con disprezzo, per lultima volta, il cumulo di veli sotto il quale una persona si prepara a morire e tuona: “Questa donna non ignorava quel che faceva. L ebbrezza della fornicazione lha distolta dalla via del Signore. Oggi, è il Signore che le volta le spalle. Non ha diritto né alla sua misericordia né alla pietà dei credenti. Morirà nel disonore come nel disonore è vissuta”.

Lapidazione di una donna.


Le Rondini di Kabul da romanzo diventa film animato. Les Hirondelles de Kaboul è un film d’animazione franco-svizzero-lussemburghese-monegasco diretto da Zabou Breitman e Éléa Gobbé-Mévellec, uscito nel 2019. È un adattamento del romanzo Les Hirondelles de Kaboul di Yasmina Khadra pubblicato nel 2002. E’ stato presentato con successo al festival di Cannes, sezione “Un certain regard”. Non è uscito in Italia, a quanto so.
Il link con l’ intero film d’ animazione è il seguente:



Leggere o guardare Le Rondini di Kabul è importante, anche in relazione a quello che sta succedendo oggi in Afghanistan
I talebani basano il loro governo sulla sharia. Le ppoggiati è libera. Questa volta sono ben armati ed appoggiati da potenze straniere come il Pakistan e il Quatar. Chi manifesta per la democrazia e la libertà sono le donne afghane che non vogliono ritornino i tempi quando i Talebani sono già stati al potere e venivano lapidate.

Donne afghane manifestano per democrazia e libertà.

Di Francesco Cecchini

Nato a Roma . Compie studi classici, possiede un diploma tecnico. Frequenta sociologia a Trento ed Urbanistica a Treviso. Non si laurea perché impegnato in militanza politica, prima nel Manifesto e poi in Lotta Continua, fino al suo scioglimento. Nel 1978 abbandona la militanza attva e decide di lavorare e vivere all’estero, ma non cambia le idee. Dal 2012 scrive. La sua esperienza di aver lavorato e vissuto in molti paesi e città del mondo, Aleppo, Baghdad, Lagos, Buenos Aires, Boston, Algeri, Santiago del Cile, Tangeri e Parigi è alla base di un progetto di scrittura. Una trilogia di romanzi ambientati Bombay, Algeri e Lagos. L’ oggetto della trilogia è la violenza, il crimine e la difficoltà di vivere nelle metropoli. Ha pubblicato con Nuova Ipsa il suo primo romanzo, Rosso Bombay. Ha scritto anche una raccolta di racconti, Vivere Altrove, non ancora pubblicata. Traduce dalle lingue che conosce come esercizio di scrittura. Collabora con Ancora Fischia IL Vento. Vive nel Nord Est

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy