Il Vietnam ha acquistato 10 milioni di dosi del vaccino cubano Abdala prodotto con il metodo tradizionale (senza utilizzo di RNA messaggero o di altri adenovirus) e che presenta una copertura superiore al 92% contro il virus del Covid-19.
Il primo lotto è arrivato ieri in Vietnam sull’aereo che ha riportato in patria il presidente Nguyen Xuan Phuc dopo il suo viaggio ufficiale nell’isola e alle Nazioni Unite.

Il carico è composto da 900.000 dosi acquistate dal Vietnam e altre 150.000 donate da Cuba.

Nonostante la conclusione di un intenso tour e di un lungo viaggio, il presidente Xuan Phuc ha partecipato alla cerimonia di consegna degli immunizzanti.
Da parte cubana era presente l’ambasciatore Nicolás Hernández Guillén.

All’evento, il Vice Ministro degli Affari Esteri Dang Hoang Giang ha ringraziato Cuba per aver inviato questa prima spedizione di Abdala, di un totale di 10 milioni di dosi; Cuba trasferirà in Vietnam anche la tecnologia per permettere al paese asiatico di poterlo produrre autonomamente.

Sviluppato dal Centro per l’Ingegneria Genetica e di Biotecnologia cubana, Abdala ha dimostrato negli studi presentati, una efficacia al 92,28%

La piattaforma di produzione di Abdala è una struttura con ampia esperienza già utilizzata in altri precedenti vaccini registrati in più di 30 paesi e certificati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Sulla base di una rigorosa valutazione del fascicolo scientifico sul vaccino Abdala, il 18 settembre l’Autorità per il controllo dei farmaci del Vietnam ha rilasciato l’Autorizzazione per l’uso di emergenza dell’immunogeno cubano.

Una risoluzione del governo vietnamita ha incaricato il suo Ministero della Salute di concludere l’operazione con Cuba e, in coordinamento con le agenzie specializzate locali, di effettuare test rigorosi per confermare la qualità dell’iniettabile prima di somministrarlo massivamente alla popolazione.

Dopo una fase di studio e preparazione rallentata a causa del blocco economico statunitense ed aver ricevuto l’autorizzazione dal Centro per il Controllo Statale dei Medicinali, delle Attrezzature e dei Dispositivi Medici (Cecmed), Abdala è passato dall’essere un candidato vaccinale ad essere ufficialmente registrato come vaccino contro il Covid-19 nel paese caraibico.

“Continueremo a lavorare per ottenere la registrazione sanitaria definitiva (da parte della Organizzazione Mondiale della Sanità), che pensiamo possa arrivare entro la fine dell’anno”, ha dichiarato il presidente di Biocubafarma.

Rete solidarietà rivoluzione bolivariana

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy