LE COSE CHE NON VI DICONO

Zelensky:
E’ arrivato al governo con i fondi di Igor Kolomoisky, un oligarca ucraino latitante ricercato dall’Interpol. Kolomoisky è il proprietario dei canali sui quali sono andati in onda i programmi che lo hanno reso celebre, ed era anche l’ex proprietario di Privat bank, l’istituto di credito nazionalizzato nel 2016 per ripianare un buco nei conti di 5,5 miliardi di Euro. E’ tra gli oligarchi che hanno creato i battaglioni neonazisti come Azov, Dnipro 1 e Dnipro 2.

Guida “il governo più corrotto d’Europa” (rapporto statunitense di Transparency International – ONG statunitense anticorruzione – del Novembre 2021).

Ha sciolto 11 partiti di opposizione accusati di simpatia con la Russia e ha sospeso 49 deputati su 450 per differenze politiche col suo governo.

Ha chiuso 3 reti TV accusate di simpatia con la Russia. Non dopo l’arrivo dei russi, ma un anno prima, nel Febbraio 2021.
Ha emanato un Decreto dove accorpa tutti i canali televisivi nazionali obbligati a trasmettere in una singola piattaforma, citando l’importanza di “una politica di informazione unificata”: ovvero in TV va solo lui e nessun altro.

Ha proibito l’uso della lingua russa, che è la lingua principale di 11 milioni di ucraini russofoni.

E’ inserito nell’elenco dei possessori di conti off-shore come emerso dall’inchiesta sui Panama Papers e possiede ville all’estero (Italia).

Ha regalato pezzi del suo Paese al figlio del Presidente USA e il presidente USA lo difende come un figlio.

Tutti i giorni chiede più armi, ordina più guerra e chiede più soldi. (Fabrizio Casari)

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy