Il consigliere del presidente ucraino Zelensky, Mykhailo Podolyak, scrive che “Politicamente e psicologicamente, la Russia non è ancora matura per veri negoziati e ritiro delle truppe. Ma accadrà. Subito dopo la liberazione di Donetsk e Lugansk”. Mi pare evidente che il governo ucraino non vuole aprire la trattativa ma punta diritta alla terza guerra mondiale. E’ altrettanto evidente che la Russia con il ritiro da Kherson ha aperto la strada alla trattativa ed è altrettando evidente che se questa non decollerà il conflitto è destinato a diventare molto più pesante e pericoloso. Abbiamo condannato dal primo momento linvasione dell’Ucraina da parte dell’esercito Russo ma ribadiamo una volta ancora che chi vuole vincere la guerra è il principale ostacolo alla pace: il governo Ucraino dimostra sempre più di essere un enorme ostacolo alla posibilità di aprire una vera trattativa che affronti il nodo della sicurezza delle popolazioni di tutta la regione e ponga così le basi per una pace duratura.

Paolo Ferrero PRC

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy