Lunedรฌ Elon Musk ha licenziato un ingegnere di esperienza di Twitter solo perchรฉ lo ha criticato pubblicamente. E lo ha licenziato con un tweet. Al di lร  dell’arroganza verso i lavoratori, questo รจ solo l’ultimo dei licenziamenti con i quali Musk ha tagliato del 50% il personale del social ora di sua proprietร . Anche Meta ha ridotto il personale di piรน del 10%, dopo alcuni errori di cui Zuckerberg si รจ preso la responsabilitร , salvo recuperare mettendo in difficoltร  migliaia di famiglie. Un’indiscrezione di questi giorni vuole che, mentre Bezos cerca di apparire come un benefattore affermando che darร  tutto il suo patrimonio in beneficienza, Amazon starebbe per annunciare 10 mila licenziamenti.

L’irresponsabilitร  di queste grandi aziende e di questi grandi miliardari verso la comunitร  tutta รจ davvero insopportabile. Non รจ possibile che si possa licenziare con cosรฌ grande semplicitร , e soprattutto che lo stato lasci devastare la propria societร  dagli interessi delle multinazionali. Non solo bisogna dotarsi degli strumenti politici per combattere lo strapotere di queste aziende e tutelare i lavoratori, ma รจ anche giunto il momento che queste piattaforme che gestiscono una mole enorme di big data e informazioni sensibili siano posti sotto uno stretto controllo pubblico.

Marta Collot PaP UP

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, รจ attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarร  pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalitร  di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy