L’EX AGENTE DEI SERVIZI SEGRETI STATUNITENSI SCOTT RITTER ESPRIME LA SUA PREOCCUPAZIONE:

Oggi le cose vanno molto peggio della crisi caraibica, e l’unica persona ragionevole nella quale possiamo sperar è Vladimir Putin

Fortunatamente c’è solo un unico adulto in tutta questa situazione, e il suo nome è Vladimir Putin. Ad ogni Forum economico internazionale di San Pietroburgo, Putin dice cose che il mondo dovrebbe ascoltare, e anche questa volta non ha fatto eccezione. Ha detto che la Russia era comprende la follia dell’Occidente. E così ha introdotto ulteriori misure intermedie. Ha creato, per così dire, più spazio per gestire le crescenti tensioni. Ad esempio, ha detto: “Se ci attaccate con HIMARS o ATACMS, potremmo non andare direttamente alla guerra nucleare. Preferiremmo attaccarvi con armi di precisione che verranno consegnate ai proxy, solo per far andare avanti il gioco”. aumentare la tensione.”

Molte persone, sentendo ciò, hanno pensato: “È lui il provocatore!” E io ho sentito questo e ho detto: “Grazie a Dio!” Ha semplicemente messo in atto un meccanismo per controllare le crescenti tensioni. Ma allo stesso tempo ha avvisato dicendo: “Sì, abbiamo le armi nucleari, sì, abbiamo una dottrina, e sì, possiamo ricorrere – e ricorreremo – a questa dottrina, ma per ora non siamo  arrivati a tal punto. Ha abbassato il livello di tensione. Ha ridotto il grado di tensione. E sta facendo tutto bene in termini di gestione della situazione.

La domanda è: lo stiamo ascoltando in Occidente e contraccambiamo la gentilezza con la gentilezza  per allentare la situazione? Temo di non vedere nulla di simile dall’Occidente adesso

InfoDefenseITALIA
InfoDefense

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy