Yemen. Fatima 12 anni, pesa 10 kg. Foto-Vergogna che incrimina l’Arabia Saudita e l’Occidente suo alleato

La famiglia di Fatima Qoba, una dodicenne yemenita che ha dovuto lasciare la sua casa vicino al confine con il regno a causa degli attacchi della coalizione internazionale guidata dall’Arabia Saudita, vive in estrema povertà, secondo quanto ha raccontato all’agenzia Reuters, la sorella maggiore della ragazza.



“Non abbiamo soldi per procurarci il cibo, tutto quello che abbiamo è quello che ci danno i nostri vicini e alcuni membri della famiglia”, ha rivelato, aggiungendo che i suoi 10 fratelli e il padre di 60 anni sono costretti a vivere sotto un albero. “Se restiamo qui e moriamo di fame, nessuno se ne accorgerebbe, non abbiamo futuro”, ha lamentato la sorella di Fatima.

La sorella minore – che, grazie al denaro di un membro della famiglia, è stata ricoverata nella clinica nella città di Aslam, controllata dai guerriglieri Houthi – pesava solo 10 chilogrammi all’arrivo.

“Tutte le riserve di grasso nel suo corpo sono state esaurite, rimangono solo le ossa”, ha dichiarato il medico capo della clinica, Makiah al-Aslami, aggiungendo che la minore “soffre la forma più estrema di malnutrizione”. Il dottore ha affermato che la ragazza ha bisogno di almeno un mese di trattamento in modo che il suo corpo e la sua mente inizino a riprendersi.


ATTENZIONE: LE IMMAGINI CHE SEGUONO POTREBBERO COLPIRE LA VOSTRA SENSIBILITA’

“Disastro sull’orlo della carestia”

Fatima Qoba non è un caso isolato, ma un fenomeno generale che si sta diffondendo in tutto lo Yemen, dove la guerra e il collasso economico provocato dall’aggressione saudita hanno portato circa 14 milioni di persone sull’orlo della carestia, <\/scr”+”ipt>”); //]]>–>un.org/en/story/2018/10/1023962″>secondo i dati delle Nazioni Unite.

Il Dr. Aslami ha affermato che spera che molte altre persone che soffrono di malnutrizione arriveranno nella sua clinica. Durante questo mese di febbraio ha già iniziato a curare oltre 40 donne in gravidanza con grave malnutrizione. “Poi, nei prossimi mesi, avremo 43 bambini con un peso ridotto”, ha spiegato.

Ha anche sottolineato che dalla fine del 2018, nella sua clinica sono stati registrati solo 14 decessi per malnutrizione. “È un disastro sull’orlo della carestia […] La società yemenita e le famiglie sono sfinite”, ha confermato Aslami. “L’unica soluzione è fermare la guerra”, ha concluso.

  • La coalizione guidata dai sauditi è intervenuta nello Yemen nel 2015 per ripristinare il governo il presidente yemenita Abd-Rabbu Mansour Hadi, dopo che il movimento popolare degli Houthi l’ha cacciato via 2014.

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy