Il governo degli Stati Uniti prepara nuove sanzioni contro i funzionari venezuelani che regolano e gestiscono il programma di aiuti alimentari statale noto come CLAP che, assistendo 6 milioni di famiglie, ha salvato il paese dal crollo sotto i colpi dell’embargo statunitense: la scusa è quella di sempre, gli USA si autoproclamano accusatori e giudici e decidono chi colpire senza chiedere il permesso a nessuno.

“Sicuramente, annunceremo altre sanzioni con il passare del tempo e stiamo indagando molto attentamente sulla corruzione del programma CLAP”, ha detto a Efe l’inviato USA per il Venezuela il criminale del centroamerica ai tempi dei massacri dei contras Elliott Abrams.

Secondo Abrams, il Dipartimento del Tesoro ha pubblicato un rapporto in cui afferma che gli “alti funzionari” venezuelani usano il CLAP per riciclare denaro da Turchia, Panama, Messico e altri paesi.

Cosa sono i CLAP?

I CLAP sono stati creati nell’aprile 2016 dal presidente Maduro, e un mese dopo gli sono state attribuite la distribuzione e la commercializzazione di generi alimentari e beni di prima necessità per le famiglie venezuelane a prezzo sottocosto per superare le tecniche della guerra economica e del contrabbando.

Lo scorso febbraio, la vicepresidente del Venezuela, Delcy Rodríguez, ha informato, in dichiarazioni pubbliche, che il CLAP raggiunge più di 6 milioni di famiglie venezuelane ogni mese.

Assalto contro il Venezuela

Da gennaio, dopo l’auto-proclamazione di Juan Guaidó come “presidente ad interim” del Venezuela, che gli Stati Uniti hanno riconosciuto, le misure contro Caracas sono aumentate.

Tra le altre cose, negli ultimi mesi, hanno bloccato circa 30 miliardi di dollari su conti correnti esteri di proprietà dello Stato venezuelano, necessari per l’importazione di prodotti di base, cibo e medicine.

Le principali sanzioni sono dirette alla ditta Petrolifera statale (PDVSA) e ad indirizzare i guadagni dello Stato venezuelano, che si trovano nelle banche degli Stati Uniti verso Guaidó.

https://actualidad.rt.com/actualidad/315612-abrams-asegurar-sanciones-funcionarios-clap-venezuela

Rete solidarietà rivoluzione bolivariana

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy