Gennaio 25, 2021

AFV

Libera la tua mente

Cangemi (PCI): L’Azzolina si assuma le proprie responsabilità invece di fare propaganda.

Foto da primocanale.it


Riceviamo e pubblichiamo

“La titolare del ministero dell’Istruzione Azzolina ha fatto delle dichiarazioni inaccettabili e provocatorie”. – ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.
“L’on. Azzolina oggi riconosce che la DAD non funziona, dopo mesi in cui si è stata promotrice di una visione esaltata e acritica della didattica a distanza, emanando tra l’altro linee guida che ne estendevano indebitamente il raggio di azione, colpendo diritti e prerogative degli insegnanti. Abbiamo poi il tentativo piuttosto grottesco di mettersi alla testa dei movimenti che chiedono di ritornare alla didattica  in presenza. Dobbiamo ancora una volta ricordare che la ministra dell’Istruzione e l’intero governo devono rispondere di ciò che non hanno fatto, sin dalla scorsa primavera, per permettere un ritorno alla scuola in presenza e in sicurezza. Organici, spazi, trasporti, tracciamento sono solo alcuni dei capitoli su ci le risposte offerte sono state del tutto insufficienti. Quindi dall’on. Azzolina, mentre i numeri del covid19 si fanno sempre più inquietanti, ci attendiamo comportamenti concreti, non tirate demagogiche. La critica al governo ovviamente in nulla diminuisce le responsabilità, altrettanto gravi delle Regioni, che pure hanno collezionato numerose inadempienze e che oggi assumono comportamenti contradditori, restrittivi nel campo dell’istruzione e molto permissivi in altri settori. In questo momento drammatico per il paese, diritto alla salute e diritto all’istruzione non possono essere messi in contraddizione”. ha concluso Cangemi

Dichiarazione di Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del Partito Comunista Italiano.

shares