Dopo Roma, anche a Torino, Milano e Napoli la la polizia ed i carabinieri hanno caricato gli studenti che protestavano per l’assassinio di Lorenzo e ber dire basta all’alternanza scuola lavoro e alla strage sul lavoro.
Questa è la sola reazione concreta dal governo Draghi a quanto è avvenuto e avviene, anche oggi altri operai sono stati uccisi dal dominio del profitto e dall’assenza dello stato.
Dobbiamo dire grazie agli studenti che si mobilitano contro l’asservimento della scuola allo sfruttamento e contro lo sfruttamento del lavoro. Essi sono speranza e futuro per tutti noi.
Il governo Draghi che difende a bastonate la sacralità delle sedi di Confindustria è invece il peggio del presente e del passato. La lotta è solo cominciata gli studenti non molleranno e noi con loro.

Giorgio Cremaschi PaP

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy