Riceviamo e pubblichiamo 

Un incendio di matrice dolosa ha inghiottito la sede sociale dell’associazione dei Briganti Rugby all’interno del campo San Teodoro liberato, nel quartiere periferico Librino in via del Giaggiolo a Catania. All’interno dell’immobile ormai distrutto, trovava spazio, oltre all’attività dei Briganti Rugby anche La librineria, la prima biblioteca sociale nel cuore del quartiere Librino, gli orti sociali, affidati a una quarantina di contadini cittadini; le  associazioni sul territorio, la ludoteca, il doposcuola popolare, un gruppo di acquisto solidale, Siqillàh, la rete di economia solidale in Sicilia.
Solo pochi giorni prima si era svolta in quella sede l’assemblea territoriale della lista “Potere al Popolo”, riunendo al suo interno i vari comitati, associazioni, collettivi da tempo impegnati nel lavoro sociale e di vertenza nei quartieri della città per scegliere le candidature popolari, tra cui proprio quella di Piero Mancuso, fondatore dei Briganti, candidato all’uninominale alla Camera. 

 

“Quel meraviglioso luogo dove tanti ragazzi si sono incontrati nelle circostanze più disparate è improvvisamente diventato un ricordo da conservare nella memoria, non c’è più. – si legge nel comunicato dei Briganti Rugby – “Non sappiamo chi possa aver compiuto questa infamia, in questo momento siamo davvero provati, sotto choc. Quel che è certo è che sarà stato qualcuno abituato a muoversi al buio, nell’ombra, per compiere gesti vigliacchi, barbari, incivili, codardi.”

Ci attaccano perché facciamo antimafia sociale. Non ci fermeranno. Il potere popolare non ha paura delle mafie.” – dichiara Viola Carofalo, portavoce nazione di Potere al Popolo – “Librino è un quartiere popolare di Catania, difficilissimo, dove regnano l’abbandono, il degrado, la droga e la criminalità, dove da tanti anni, anche grazie a questa realtà, al coraggio e alla determinazione di chi la porta avanti, si costruisce ogni giorno un’alternativa di solidarietà e di antimafia sociale laddove le istituzioni non hanno mai fornito risposte adeguate ai bisogni della maggioranza.
Questa è la politica nella quale ci riconosciamo, non quella della spartizione di potere, dei discorsi altisonanti, ma quella di chi, a testa bassa e “sporcandosi le mani”, affronta ogni giorno le contraddizioni di questa società e alla barbarie prova a rispondere con la solidarietà e la partecipazione, costruendo una socialità e un modo di concepire la vita diversi.”

Ufficio stampa “Potere al popolo”

Di AFV

Ancora Fischia il Vento è per un’altra informazione, una voce che prova a dare parola a chi parola non ne ha. Noi siamo contro il pensiero unico che ogni giorno ci viene propinato, e vogliamo, nel nostro piccolo, contribuire alla lotta per un’informazione d’alternativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy