Il Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite (Cdhnu) ha ordinato questo giovedì di svolgere un’indagine su possibili “abusi sistematici” da parte di Israele contro la Palestina, facendo riferimento ai bombardamenti della Striscia di Gaza.

Allo stesso tempo, il Consiglio precisa che saranno indagate anche “tutte le presunte violazioni e abusi del diritto internazionale sui diritti umani prima del 13 aprile 2021”.

La risoluzione inoltre “invita tutti gli Stati, le organizzazioni internazionali e gli altri donatori a mobilitare urgentemente il sostegno umanitario per la popolazione civile palestinese nei Territori Palestinesi occupati, compresa Gerusalemme Est (…) e invita Israele (…) a garantire la consegna senza ostacoli di tale assistenza umanitaria”.

Nel Consiglio sono presenti 47 Paesi a rotazione in rappresentanza di tutti i continenti tra cui 7 latino americani ed anche l’Italia.
Ecco i voti di tutti gli Stati.

Favorevoli all’invio di una commissione d’inchiesta 24 Paesi:

ARGENTINA
ARMENIA
BAHRAIN
BANGLADESH
BOLIVIA
BURKINA FASO
CINA
COSTA D’AVORIO
CUBA
ERITREA
FILIPPINE
GABON
INDONESIA
LIBIA
MAURITANIA
MESSICO
NAMIBIA
PAKISTAN
RUSSIA
SENEGAL
SOMALIA
SUDAN
UZBEKISTAN
VENEZUELA

Contrari all’invio di una commissione d’inchiesta 9 Paesi:

AUSTRIA
BULGARIA
CAMERUN
ISOLE MARSHALL
GERMANIA
MALAWI
REGNO UNITO
REPUBBLICA CECA
URUGUAY

Si sono astenuti 14 Paesi:

BAHAMAS
BRASILE
COREA DEL SUD
DANIMARCA
FRANCIA
GIAPPONE
INDIA
ISOLE FIJI
ITALIA
NEPAL
OLANDA
POLONIA
TOGO
UCRAINA

Foto della votazione dal profilo twitter del ministro degli esteri venezuelano Jorge Arreaza:

https://www.telesurtv.net/news/onu-ordena-investigacion-sobre-violacion-palestina-20210527-0035.html

Rete solidarietà rivoluzione bolivariana

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy