Petr Fiala, leader della coalizione Insieme (SPOLU), diventerà ufficialmente il nuovo primo ministro della Repubblica Ceca a partire dal 28 novembre, secondo quanto affermato dal presidente Miloš Zeman. Sebbene l’opposizione guidata da Fiala fosse uscita vincitrice dalle elezioni dello scorso ottobre, la nascita del nuovo esecutivo è proceduta a rilento sia per la necessità di stipulare gli accordi di coalizione con le altre forze politiche che per le vicissitudini di salute che hanno colpito lo stesso Zeman, costretto ad un ricovero ospedaliero proprio mentre si stava finalizzando l’accordo di governo.

Il governo di Petr Fiala prenderà dunque il posto di quello di Andrej Babiš, in carica dal 2017 e grande sconfitto delle ultime elezioni. A sostenere Fiala saranno i tre partiti che hanno composto la coalizione SPOLU, compreso il Partito Civico Democratico (Občanská demokratická strana, ODS) dello stesso neo primo ministro, ma anche la lista Pirati e Sindaci (Piráti a Starostové, PirStan), che ha conquistato ben 39 seggi, risultando fondamentale per il raggiungimento della maggioranza.

Già storico e rettore universitario, Fiala ha promesso agli elettori di rompere con le politiche del governo precedente:  “Dobbiamo risolvere i problemi che affliggono le persone il più rapidamente possibile e condurre il Paese fuori dalle numerose crisi in cui è stato: sanitaria, economica e di valori“, ha affermato. Il nuovo esecutivo si troverà infatti a fare i conti con una difficile situazione causata dalla pandemia di Covid-19, con il Paese che ha registrato più di 27.000 casi nella sola giornata del 26 novembre, un record assoluto da inizio epidemia. In Repubblica Ceca, infatti, solo il 60,3% della popolazione è completamente vaccinato, e sembrano esserci importanti sacche di resistenza nei confronti dei vaccini.

Nel complesso, la Repubblica Ceca ha fatto registrare oltre due milioni di casi positivi da inizio pandemia, superando di recente quota 32.000 morti. Si tratta di numeri importanti per un Paese di soli 10,7 milioni di abitanti, che si colloca tra i dieci più contagiati d’Europa in termini assoluti, ma che si classifica secondo – dopo la Slovenia – tra i membri UE nel rapporto tra casi positivi ed abitanti e terzo – dopo Bulgaria e Ungheria – nel rapporto tra morti e abitanti.

Dal punto di vista politico, le maggiori rimostranze sulla composizione del governo hanno riguardato la scelta di Jan Lipavský come ministro degli Affari Esteri. Membro del Partito Pirata, il nome di Lipavský non è stato apprezzato dal presidente Zeman, che però non ha potuto far altro che accettare la sua nomina dopo che Fiala ha ribadito che non avrebbe provveduto a sostituirlo.

Tra i nomi più noti del nuovo esecutivo figura Zbyněk Stanjura, già ministro dei Trasporti tra il 2012 ed il 2013, che sarà titolare delle Finanze, mentre per la Difesa è stata scelta Jana Černochová, parlamentare di lunga data. Vít Rakušan, leader del partito Sindaci e Indipendenti (Starostové a nezávislí, STAN), sarà invece il titolare del ministero degli Interni.

PARTITI MEMBRI DEL GOVERNO FIALA

Insieme (SPOLU):

  • Partito Civico Democratico (Občanská demokratická strana, ODS)
  • Unione Cristiana e Democratica – Partito Popolare Cecoslovacco (Křesťanská a demokratická unie Československá strana lidová, KDU-ČSL)
  • Tradizione Responsabilità Prosperità 09 (Tradice Odpovědnost Prosperita 09, TOP 09)

Pirati e Sindaci (Piráti a Starostové, PirStan):

  • Partito Pirata Ceco (Česká pirátská strana)
  • Sindaci e Indipendenti (Starostové a nezávislí, STAN)

FORMAZIONE DEL GOVERNO FIALA

Primo ministro: Petr Fiala (SPOLU – ODS)

Ministro delle Finanze: Zbyněk Stanjura (SPOLU – ODS)

Ministro del Lavoro e degli Affari Sociali: Marian Jurečka (SPOLU – KDU-ČSL)

Ministro della Difesa: Jana Černochová (SPOLU – ODS)

Ministro dei Trasporti: Martin Kupka (SPOLU – ODS)

Ministro della Sanità: Vlastimil Válek (SPOLU – TOP 09)

Ministro dell’Agricoltura: Zdeněk Nekula (SPOLU – KDU-ČSL)

Ministro della Giustizia: Pavel Blažek (SPOLU – ODS)

Ministro della Cultura: Martin Baxa (SPOLU – ODS)

Ministro dell’Ambiente: Anna Hubáčková (SPOLU – KDU-ČSL)

Ministro degli Interni Vít Rakušan (PirStan – STAN)

Ministro dell’Istruzione, della Gioventù e dello Sport: Petr Gazdík (PirStan – STAN)

Ministro dell’Industria e del Commercio (PirStan – STAN)

Ministro dello Sviluppo Regionale e della Digitalizzazione: Ivan Bartoš (PirStan – Pirati)

Ministro degli Affari Esteri: Jan Lipavský (PirStan – Pirati)

Ministro della Legislatura: Michal Šalomoun (PirStan – Pirati)

Ministro della Scienza e della Ricerca: Helena Langšádlová (SPOLU – TOP 09)

Ministro degli Affari Europei: Mikuláš Bek (PirStan – STAN)

CLICCA QUI PER LA PAGINA FACEBOOK

Giulio Chinappi – World Politics Blog

Di Giulio Chinappi - World Politics Blog

Giulio Chinappi è nato a Gaeta il 22 luglio 1989. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureato presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università “La Sapienza” di Roma, nell’indirizzo di Scienze dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale, e successivamente in Scienze della Popolazione e dello Sviluppo presso l’Université Libre de Bruxelles. Ha poi conseguito il diploma di insegnante TEFL presso la University of Toronto. Ha svolto numerose attività con diverse ONG in Europa e nel Mondo, occupandosi soprattutto di minori. Ha pubblicato numerosi articoli su diverse testate del web. Nel 2018 ha pubblicato il suo primo libro, “Educazione e socializzzione dei bambini in Vietnam”, Paese nel quale risiede tuttora. Nel suo blog World Politics Blog si occupa di notizie, informazioni e approfondimenti di politica internazionale e geopolitica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy