Il capo della diplomazia di Damasco Walid Muallem ha dichiarato, in un intervista per RT, che il governo siriano è  disposto a negoziare con i curdi una forma di autogoverno.

“In Iraq i curdi hanno fatto un referendum sull’indipendenza. Siamo contrari,  siamo a favore dell’unità dell’Iraq. In Siria vogliono una qualche forma di autogoverno all’interno dei confini dello Stato. Su questo tema è possibile negoziare. Dopo che avremo distrutto lo “Stato Islamico” sarà possibile sedersi con i rappresentanti dei curdi e concordare una soluzione per il futuro”

“Siamo per la sovranità e l’indipendenza della Siria e l’unità del suo territorio. Agiremo perseguendo questo principio”, ha inoltre dichiarato Muallem, un chiaro riferimento alla presenza, inlegale,  di militare statunitense in Siria.

Di L.M.

Appassionato sin da giovanissimo di geopolitica, è attivo nei movimenti studenteschi degli anni novanta. Militante del Prc, ha ricoperto cariche amministrative nel comune di Casteldelci e nella C.M. Alta Valmarecchia. Nel 2011 crea il blog Ancora fischia il vento.

Un pensiero su “Governo siriano disposto a negoziare con i curdi, un autonomia all’interno dei confini della Siria”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy